Una legge cantonale anti-burqa con multe salate

Il Ticino è il primo cantone della Svizzera a proibire il velo integrale in luoghi pubblici, sul modello francese. In base alla legge, in futuro, le donne che indosseranno il niqab o il burqa potranno essere multate. Mentre le cerchie turistiche temono di perdere gli ospiti arabi, un comitato che ha lanciato un’iniziativa a livello nazionale spera che l’esempio ticinese faccia scuola in tutto il Paese. La normativa concretizza la volontà popolare. Il 22 settembre 2013, infatti, il 65,4% dei votanti ticinesi ha approvato l’iniziativa popolare che chiedeva di iscrivere nella costituzione cantonale il divieto di dissimulare il volto in luoghi pubblici. Una prima in Svizzera, che aveva fatto scalpore ben oltre i confini nazionali. La legge varata questa settimana dal parlamento cantonale parte dall’idea che mostrare il volto sia un principio di libertà in una società aperta. Benché in gergo sia comunemente chiamata legge anti-burqa, nella costituzione e nella legge non …
Den ganzen Bericht lesen unter: Politica – SWI swissinfo.ch